Programme: Erasmus+

Key Action: KA2 small-scale partnership

Action Type: Small-scale partnerships in adult education

Start: 01-01-2022 – End: 30-09-2022

Project Reference: 2021-1-IT02-KA210-ADU-000034916

EU Grant: 60.000 EUR

Il kick off meeting del progetto “Disadvantage turned into Vantage” (Di-Va), finanziato dalla Commissione Europea grazie al programma Erasmus+ , piccola collaborazione nel settore educazione adulti, è avvenuto il 11 Aprile 2022 in forma virtuale ed ha visto la partecipazione del personale di staff delle associazioni del consorzio. In particolare, FACTORY 1342 come leader di progetto, insieme alle associazioni Asociación Multideportiva Euexia (AM EUEXIA) (Spagna) e İmece Network Eğitim ve Kültür Derneği (Turchia).

IL PROGETTO

La situazione generale degli adulti affetti da disabilità e sindrome di down è, troppo spesso, un contesto di emarginazione e stigma sociale. A queste persone è normalmente precluso l’accesso alle attività tipiche del lato gioioso e sereno della vita: per esempio, le performance artistiche. Questo porta alla frustrazione e all’auto-isolamento recentemente aggravati da un lungo stato di pandemia. Coinvolgerli in attività come la performance artistica, anche in un contesto internazionale, permetterà loro di uscire dal guscio e migliorerà la loro inclusione sociale.

L’obiettivo generale di Di-Va consiste nel migliorare l’inclusione degli adulti con sindrome di down attraverso la promozione della socializzazione e dell’integrazione favorendo una cultura del rispetto e della solidarietà.

Questo goal verrà raggiunto tramite lo svolgimento di attività, che oltre ai partecipanti vedono coinvolti educatori, genitori e membri dello staff delle associazioni facenti partner del consorzio. Nello specifico:

  • La realizzazione di un corso di formazione in arti performative a cui parteciperanno adulti affetti da sindrome di down. Il corso si terrà nei rispettivi paesi partner: Italia, Turchia e Spagna.
  • La realizzazione di un evento finale che si terrà a Roma in cui i partecipanti potranno esibirsi davanti a un pubblico reale sfruttando le competenze maturate durante il progetto.

Risultati attesi saranno lo sviluppo di abilità di base nelle arti dello spettacolo, l’aumento della fiducia in se stessi e della capacità di iniziativa attraverso attività di performance, l’inclusione sociale e comprensione reciproca.

*******************************

Programme: Erasmus+

Key Action: KA2 small-scale partnership

Action Type: Small-scale partnerships in adult education

Start: 01-01-2022 – End: 30-09-2022

Project Reference: 2021-1-IT02-KA210-ADU-000034916

EU Grant: 60.000 EUR

The kick off meeting of the project “Disadvantage turned into Vantage” (Di-Va), funded by the European Commission through the Erasmus+ program, small collaboration in adult education, took place virtually on 11 April, 2022 and was attended by the staff of the associations of the consortium. In particular, FACTORY 1342 (Italy) as project leader, together with the associations Asociación Multideportiva Euexia (AM EUEXIA) (Spain) e İmece Network Eğitim ve Kültür Derneği (Turkey).

ABOUT THE PROJECT

The general situation of adults with disabilities and Down’s syndrome is too often a context of marginalization and social stigma. These people are normally denied access to activities typical of the joyful and serene side of life: for example, artistic performances. This leads to the frustration and self-isolation recently exacerbated by a long-standing pandemic. Involving them in activities such as artistic performance, even in an international context, will allow them to come out of their shells and improve their social inclusion.

The general objective of Di-Va project is to improve the inclusion of adults with Down syndrome by promoting socialization and integration by fostering a culture of respect and solidarity.

This goal will be achieved by carrying out activities, which in addition to the participants involve educators, parents and staff members of the associations that are partners of the consortium. In particular:

  • The realization of a training course in performing arts in which adults with Down syndrome will participate. The course will be held in the respective partner countries: Italy, Turkey and Spain.
  • The realization of a final event to be held in Rome in which participants will be able to perform in front of a real audience by exploiting the skills gained during the project.

Expected results will be the development of basic skills in the performing arts, the increase in self-confidence and the capacity for initiative through performance activities, social inclusion and mutual understanding.

PARTNERSHIP:


“RIDERE FA BENISSIMO!”

Martedì 13 settembre, abbiamo avuto il piacere di ospitare, presso la sede gentilmente messa a disposizione dagli amici di MOVEART, l’associazione EUEXIA, per l’incontro di questo progetto, nell’ambito del settore ADU dell’erasmus+. 

Il progetto vuole migliorare l’inclusione degli adulti con sindrome di Down attraverso la promozione della socializzazione e dell’integrazione favorendo una cultura del rispetto e della solidarietà. La situazione generale degli adulti con sindrome di Down è, troppo spesso rientrante in un contesto di emarginazione e stigmatizzazione sociale ed è solitamente a loro precluso l’accesso ad attività tipiche del lato gioioso e sereno della vita: ad esempio, gli spettacoli e le rappresentazioni artistiche. Ciò comporta frustrazione e autoisolamento, anche a causa della recente pandemia. 

In questa giornata di attività abbiamo praticato, grazie all’aiuto della nostra stupenda Maria Grazie, lo Yoga della Risata: una pratica di gruppo in cui la risata viene stimolata a livello fisico attraverso dei veri e propri esercizi fisici di risata. Si inizia con un riscaldamento che sfrutta il contatto visivo – e quindi l’azione dei neuroni specchio, che permettono di attivare le aree motorie legate alla risata facilitando il contagio che avviene se qualcuno del gruppo ha una risata divertente – e che mette in relazione i componenti del gruppo in movimento, invitandoli a battere le mani con un clapping e ad agire la gioia. Sfruttando anche la giocosità e la riconnessione al nostro bambino interiore, che non vede l’ora di attivarsi e divertirsi, di “essere visto”, la risata si trasforma presto da risata autoindotta a risata spontanea ed autentica.

La risata non è altro che un’espirazione profonda, che permette di ripulire i polmoni, eliminando anidride carbonica stantia e permettendo un’ossigenazione profonda di corpo e cervello, e quindi di più vitalità, salute e lucidità al cervello

E’ stata una giornata ricca di grandi emozioni, qualche lacrima di commozione, tanta gioia, e pienezza nel cuore. Ma soprattutto ci ha insegnato che….. ridere fa davvero benissimo.

A breve pubblicheremo le videointerviste fatte ai partecipanti, rispetto all’attività svolta. 

On Tuesday 13 September, we had the pleasure of hosting, at the venue kindly made available by our friends at MOVEART, the EUEXIA association, for the meeting of this project, within the ADU sector of Erasmus+. 

The project aims to improve the inclusion of adults with Down syndrome through the promotion of socialisation and integration by fostering a culture of respect and solidarity. The general situation of adults with Down syndrome is, all too often, one of social marginalisation and stigmatisation and they are usually prevented from accessing activities typical of the joyful and serene side of life: for example, performances and artistic performances. This leads to frustration and self-isolation, also because of the recent pandemic. 

On this activity day, we practised, with the help of our wonderful Maria Grazia, Laughter Yoga: a group practice in which laughter is stimulated on a physical level through real physical laughter exercises. It begins with a warm-up that exploits eye contact – and thus the action of mirror neurons, which activate the motor areas linked to laughter, facilitating the contagion that occurs if someone in the group has a funny laugh – and that connects the group members in movement, inviting them to clap their hands and act out their laughter. By also harnessing playfulness and reconnecting with our inner child, who is eager to get active and have fun, to ‘be seen’, laughter is soon transformed from self-induced laughter to spontaneous and authentic laughter.

Laughter is nothing but a deep exhalation, which cleanses the lungs, eliminating stale carbon dioxide and allowing deep oxygenation of body and brain, and thus more vitality, health and lucidity to the brain

It was a day full of great emotions, some tears of emotion, much joy, and fullness in the heart. But most of all, it taught us that….. laughter really does do wonders.

We will soon publish the video interviews we made with the participants, regarding the activity.